Da "Irpinia News" del 24 Aprile 2013

Irpinia NewsTra i relatori della tredicesima edizione del congresso internazionale di Cardiologia, Heart Failure & Co, che si è svolto nei giorni scorsi a Napoli troviamo anche il cardiologo interventista dott. Maurizio Di Biasi, originario di Guardia Lombardi. L’evento è stato promosso dall’Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS) Multimedica di Milano, dove tra l’altro lavora anche il brillante cardiologo irpino, primo operatore di migliaia di procedure di angioplastica coronarica e periferica. Il congresso, che ha visto tra i relatori i migliori esperti italiani e stranieri nel settore della Cardiologia e della Cardiochirurgia, ha avuto lo scopo di porre l’attenzione sull’evoluzione diagnostica e terapeutica nel trattamento dello scompenso cardiaco nel soggetto affetto da diabete mellito. Il dottor Maurizio Di Biasi, in particolare, ha presentato gli ultimi dati internazionali che riguardano il trattamento, con angioplastica e stent medicato di ultima generazione, dei pazienti affetti da coronaropatia e diabete.

Da "Irpinia Oggi" del 12 Aprile 2013

GUARDIA LOMBARDI – In occasione del primo anniversario dalla scomparsa del professor Pietro Di Biasi, noto cardiochirurgo originario di Guardia Lombardi, i familiari, amici e colleghi hanno voluto ricordare la figura del brillante medico che, svolgendo la sua professione a Milano, nel corso degli anni e’ stato un validissimo punto di riferimento per numerosi pazienti provenienti dalla provincia di Avellino e da tutto il Sud Italia. Il fratello del medico irpino, il cardiologo Maurizio Di Biasi, allo scopo di rendere sempre attuali i valori umani e professionali del professionista ha fondato l’Associazione “Pietro Di Biasi, Amici del Cuore” che vede tra i soci fondatori anche la moglie del compianto cardiochirurgo, Alba Mannarino e la madre Jole Speranza. “L’idea di costituire un’Associazione per ricordare la figura del nostro illustre concittadino Pietro Di Biasi e’ venuta in mente subito dopo la sua scomparsa. – spiega il giornalista Salvatore Pignataro, amico del cardiochirurgo, nonche’ socio fondatore e Addetto Stampa dell’Associazione “Pietro Di Biasi, Amici del Cuore” – Il profondo legame dell’amico Pietro con la sua Irpinia, i suoi valori morali, la sua professionalita’ e il suo esemplare rapporto con i pazienti, hanno spinto i familiari, ma anche i suoi tanti amici e colleghi, a mantenere in vita le sue caratteristiche di uomo e di medico attraverso la costituzione dell’associazione che porta il suo nome. Pietro era un medico che poneva la serietà e al tempo stesso la grande umanità al primo posto del suo impegno professionale ed era dotato di grande spirito di iniziativa risultando sempre pronto a sostenere ed incentivare iniziative scientifiche e culturali che potessero dare speranze e qualificare il territorio come dimostrato dai vari convegni scientifici organizzati, anche in Irpinia, insieme al fratello. La consapevolezza di poter portare avanti la promozione della cultura scientifica, il ricordo del suo importante ruolo e dei suoi insegnamenti, ci spinge a proseguire su questa strada con grande vigore. Per questo motivo ogni anno, con il sostegno del fratello Maurizio Di Biasi, saranno organizzati alcuni eventi scientifici sia a Milano che in Irpinia. Il tutto sarà coordinato dal comitato scientifico dell’associazione che include autorevoli esponenti del mondo universitario e delle strutture sanitarie di eccellenza della Lombardia e della Campania che operano nei settori della cardiochirurgia e della cardiologia.” Infatti tra le finalita’ dell’associazione, intitolata al compianto cardiochirurgo guardiese, figurano: la promozione delle attivita’ medico-scientifiche e culturali coerenti con i grandi valori morali e lo spirito di curiosita’ del prof. Pietro Di Biasi, l’organizzazione di eventi e seminari di formazione, di borse di studio destinate a studenti nel settore medico-scientifico, nonchè collaborazioni con Università, Enti pubblici e privati di ricerca e associazioni del territorio dei medici di base. Inoltre l’Associazione riunisce tutti coloro che condividono con i propri cari il dolore e i problemi connessi con la malattia oncologica. Una santa messa in suffragio del dottore di Biasi si terra’ sabato 13 aprile, alle ore 17:30 presso la chiesa madre di Guardia Lombardi.

 

Da "Il Ciriaco" del 12 aprile 2013

In occasione del primo anniversario della scomparsa del professor Pietro Di Biasi, noto cardiochirurgo originario di Guardia dei Lombardi, i familiari, gli amici e i colleghi hanno voluto ricordare la figura del brillante medico che, svolgendo la sua professione a Milano, nel corso degli anni è stato un validissimo punto di riferimento per numerosi pazienti provenienti dalla provincia di Avellino e da tutto il Sud Italia. Il fratello del medico irpino, il cardiologo Maurizio Di Biasi, allo scopo di rendere sempre attuali i valori umani e professionali del compianto parente e collega, ha fondato l’associazione “Pietro Di Biasi, Amici del Cuore” che vede tra i soci fondatori anche la moglie del cardiochirurgo, Alba Mannarino e la madre Jole Speranza.
«L’idea di costituire un’associazione per ricordare la figura del nostro illustre concittadino è venuta in mente subito dopo la sua scomparsa – spiega il giornalista Salvatore Pignataro, amico del dottore, socio fondatore e addetto stampa della neonata – Il profondo legame dell’amico Pietro con la sua Irpinia, i suoi valori morali, la sua professionalità e il suo esemplare rapporto con i pazienti, hanno spinto i familiari, ma anche i suoi tanti amici e colleghi, a mantenere in vita le sue caratteristiche di uomo e di medico attraverso la costituzione dell’associazione che porta il suo nome. Pietro era un medico che poneva la serietà e al tempo stesso la grande umanità al primo posto del suo impegno professionale ed era dotato di grande spirito di iniziativa, risultando sempre pronto a sostenere ed incentivare iniziative scientifiche e culturali che potessero dare speranze e qualificare il territorio, come dimostrato dai vari convegni scientifici organizzati, anche in Irpinia, insieme al fratello. La consapevolezza di poter portare avanti la promozione della cultura scientifica, il ricordo del suo importante ruolo e dei suoi insegnamenti, ci spinge a proseguire su questa strada con grande vigore. Per questo motivo ogni anno, con il sostegno del fratello Maurizio Di Biasi, saranno organizzati alcuni eventi scientifici sia a Milano che in Irpinia. Il tutto sarà coordinato dal comitato scientifico dell’associazione che include autorevoli esponenti del mondo universitario e delle strutture sanitarie di eccellenza della Lombardia e della Campania che operano nei settori della cardiochirurgia e della cardiologia». Infatti tra le finalità dell’associazione, intitolata al compianto cardiochirurgo guardiese, figurano: la promozione delle attività medico-scientifiche e culturali coerenti con i grandi valori morali e lo spirito di curiosità del professore, l’organizzazione di eventi e seminari di formazione, di borse di studio destinate a studenti nel settore medico-scientifico, nonché collaborazioni con università, enti pubblici e privati di ricerca e associazioni del territorio dei medici di base. Inoltre l’associazione riunisce tutti coloro che condividono con i propri cari il dolore e i problemi connessi con la malattia oncologica. Una santa messa in suffragio del dottore di Biasi si terrà sabato 13 aprile, alle ore 17.30 presso la chiesa madre di Guardia Lombardi.

da "Prima Tivvù" del 12 Aprile 2013

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni consulta la nostra Cookie Policy.